ritorno…

30/09/2007 Lasci la strada alla notte… Una strana stanchezza corre lungo lo sguardo come il lento strascico degli ultimi fari di un auto. Hai bisogno di un analgesico. Da questo momento non condividi più nulla con nessuno. Chiusa la porta di casa resti solo tu. Gli individui sconosciuti di un quadro ti fissano, da sempre immobili e taciturni… Somiglianti alla … Continua a leggere

A risentirci…

Una parola lasciata al caso sa dove andare… Ha origine nell’angolo assurdo di una periferia, nel mormorio di un bacio, nello sguardo che sorvola, spesso nel vespaio di un centro, a volte nell’indistinto aspetto della notte.

dentro un sogno…

( Un antico post, un’antica visione… Una notte d’inverno alle porte di una primavera… ) Ridiscendere da un sogno, come ridiscendere da una nube, dopo aver visto tutte le distanze… Aver guardato le montagne dagli spalti del cielo… Aver ascoltato il parlottio dell’umanità o il cinguettio di un nido come un passero o come un dio… Essersi fermati su un tetto … Continua a leggere